Luogo di partenza: Castrovalva
Luogo di arrivo: Castrovalva
Distanza totale: 38,00 km
Durata (al netto delle soste): 4h e 30 min
Fondo stradale: 70% sterrato 30% asfalto
Dislivello totale coperto: 1389 m
Pendenza media:  3,7 %
Pendenza massima: unghi tratti 6/8%, medi tratti ( < 1,00 km) 10/12 %, strappi al 20/24 %.

Livello difficoltà: impegnativo


La "Freccia del Sagittario" rappresenta uno degli itinerari di punta della "G.P. CICLODIPENDENZA". Visitando la galleria fotografica del percorso potrete apprezzare la moltitudine di scenari e le diverse caratteristiche ambientali che lo rendono unico. Trascorro sin da bambino buona parte dei periodi estivi e non solo tra queste valli, ne conosco ogni angolo... Eppure continuo a rimanere sorpreso ed affascinato dalle sue meraviglie.

Il Sagittario tenderà il suo arco in piazza Risorgimento nell’affascinate e singolare borgo di Castrovalva, per scoccarci come frecce fuori del centro abitato.


Inizia un lungo e divertente tratto di discesa sottostante la fattoria dei coniugi Maria Federico e Mario Nanni. Penetreremo tratti boschivi simili a tunnel al di fuori dei quali si spalancano panorami a strapiombo mozzafiato. Se vengono osservati da una lingua di roccia posta solo dove si posano le aquile… allora sto zitto e guardate.

Alternando trekking con la bici a spalla e single track agili e ben battuti scenderemo fino ai piedi del rilievo montuoso. Con Anversa degli Abruzzi (insieme a Castrovalva tra i borghi più belli d’Italia) sopra i nostri sguardi pedaleremo al fianco del fiume su terreni di diversa natura e lunghi ponti di legno.

Attraverso il sentiero del WWF inizieremo a risalire la Riserva delle Gole del Sagittario
Qui la natura è protetta e proteggendoci ci riporta alla cima della riserva dove c’è il bivio di Castrovalva.

8 km di perfetto fondo asfaltato attraversano l’intera lunghezza delle Gole del Sagittario costeggiano il Lago di S. Domenico. Entreremo a visitare l’Eremo del santo che e` incastonato nella roccia e che da il nome allo stesso bacino idrico, la bellezza del luogo rende necessaria una breve sosta. Usciti dall’eremo riprenderemo a salire dolcemente fino a Villalago, anche questo annoverato tra i borghi piu` belli d’Italia.

Lasciato il paese dietro le ruote ancora un paio di km di ascesa regolare e pedalabile e poi giu` in picchiata verso il Lago di Scanno. La sosta per consumare il pranzo ora diventa necessaria e per godere delle bellezze del lago e per reintegrare le calorie consumate. Dopo aver mangiato, mangiato e ben bevuto (intona una canzone del posto),circumpedaleremo il lato piu` bello del lago per dirigerci poi al bivio del paese di Frattura.

5 km di tornanti meravigliosi salgono a quota 1260 m, da qui sopra il Lago di Scanno non e` piu` grande di una pozzanghera ed il paese omonimo sembra inghiottito dalle montagne

Svoltando a sinistra ritorneremo su un fondo sterrato che serpeggia in una immensa vallata dal caratteristico aspetto lunare. Eccoci nella parte antica di Frattura, essa risponde al nome di Frattura Vecchia… siamo in un’altra dimensione. Ancora pochi km e toccheremo quota 1443 m… lungo il sentiero si possono fare piacevoli e ravvicinati incontri con la fauna autoctona.

Raggiunta la vetta non ci rimane che scendere a valle; prati fioriti, faggeti, ruscelli, boschi, vallate sconfinate apriranno il sipario di una discesa che vorremmo non finisca mai… godete gente godete. Questo lungo tratto trova sbocco proprio davanti la fattoria dei coniugi Nanni, essa ospita un elevato numero di ovini e caprini e terreni coltivati con ogni genere di frutti ed ortaggi. Bene! Ora torniamo alla base ma non prima di aver brindato con un ottimo bicchiere di vino rosso ovviamente di produzione del signor Mario Nanni... alla salute ragazzi!

Sicuramente soddisfatti è giunta l’ora di scendere dalle biciclette che io stesso custodirò per tutta la durata del vostro soggiorno, restituendovele pulite ed ingrassate nuovamente pronte a macinare chilometri. Andiamo insieme nella piazza di Castrovalva dove la signora Maria ci spalancherà le porte della locanda "Nido d’Aquila". Le specialità dell’enogastronomia abruzzese qui sono di casa, inoltre confortevoli camere, monolocali ed appartamenti vi accoglieranno per trascorrere la notte e riposare nel migliore dei modi… buon appetito e buon riposo a tutti… e grazie naturalmente.

 






Cicloturismo Abruzzo



• Tra verde e Celestino • Salto nel buco • Sorgenti del pescara • La freccia del saggitario
Riparazioni bici sulmona
via Circonvallazione Or. 32/31
67039 Sulmona (AQ)
tel: 0864.34311
cell. 348.5928210